Difference between revisions of "User:Hood4/Sandbox1"

From WikiIslam, the online resource on Islam
Jump to: navigation, search
 
(19 intermediate revisions by 2 users not shown)
Line 1: Line 1:
[[File:Religion distribution.jpg|right|300px|thumb|Una mappa del mondo, che mostra le religioni più diffuse nel mondo (Pew, Dec 18, 2012).]]
+
Questo articolo esamina il concetto della minore e maggiore [[Terrorism|Jihad]], e del suo ruolo nell'[[Islam]].
<big>La religione che cresce di più</big>
+
==Rivendicazioni_==
  
Questo articolo analizza l'affermazione che l'[[Islam]] sia la "religione che cresce più rapidamente" al mondo.
+
Le due forme di Jihad nell'Islam sono talvolta spiegate dagli [[apologeti]] nel modo seguente:
  
==Introduzione==
+
* Minore (esterno) jihad (al-jihad al-asghar);  uno sforzo militare, ossia una guerra santa;
 +
* Maggiore Jihad interiore (al-jihad al-akbar);  l'impegno del miglioramento personale contro i propri desideri;
  
Alcuni affermano che l'Islam è la religione che cresce di più al mondo. Come prova, essi presentano solitamente affermazioni non verificabili e riportano informazioni dai media prive di fondamento. Apparentemente secondo l'ABC [[News]] essi "Contano già più di un miliardo, ma l'Islam è la religione che cresce di più al mondo", un'affermazione di cui non si trova alcun riscontro nella fonte riportata. Anche la CNN World News affermò che "l'Islam cresce rapidamente e conquista convertiti nel mondo Occidentale", un'affermazione che essi fallirono a sostenere, non riuscendo a portare alcuna prova. Qui esaminiamo i veri dati disponibili riguardo l'Islam per vedere se alcune di queste affermazioni sono basate sui fatti.
+
Loro affermano che il "Jihad interiore" si riferisce essenzialmente a tutti gli sforzi che un Musulmano pu affrontare, nell'aderire alla religione. Per esempio, uno studio di scolari dell'Islam può essere uno sforzo intellettuale che secondo alcuni può riferirsi alla "Jihad."
 +
 
 +
===Origini===
 +
 
 +
Durante la vita del Profeta [[Maometto|Maometto]], e fino ad oggi, la parola 'Jihad' era, ed è, usata quasi sempre in senso militare.<ref>{{cite web|url= |title= The Crisis of Islam|publisher= |author= Bernard Lewis|series=chapter 2|date= 2001|archiveurl= |deadurl=no}}</ref> Questa idea della grande o piccola jihad fu un successivo sviluppo originato dall'11<sup>th</sup> secolo nel libro "La storia di Baghdad", dello studioso islamico al-Khatib al-Baghdadiis, mediante Yahya ibn al 'Ala', che disse:
 +
 
 +
{{Quote||Ci è stato detto da Layth, dall'autorità di 'Ata', dall'autorità di Abu Rabah, dall'autorità di Jabir, che disse, 'Il Profeta (salallaahu 'alayhee wa sallam) dopo essere tornato da una delle sue battaglie,e a quel punto ci disse, 'siete giunti ad un eccellente arrivo, siete venuti dalla Piccola Jihad alla Grande Jihad - la lotta di un servo (di Allah) contro i suoi desideri.'<ref>Fayd al-Qadir vol. 4, p. 511</ref>}}
 +
 
 +
Infatti, tutte le quattro scuole di giurisprudenza ([[Fiqh]]) [[Sunnita]] così come la tradizione [[Shiite|Shiita]] non fanno assolutamente riferimento alla "maggiore" jihad, ma solo alla minore. Quindi prima di esaminare le prove contro la validità di questo hadith, è chiaro che il concetto della maggiore jihad non è ortodosso ed è un'eresia per la maggioranza dei Musulmani del mondo.
  
 
==Analisi==
 
==Analisi==
  
===Crescita dell'Islam===
+
===Non-conformità con il Corano===
 +
 
 +
Uno dei più importanti fattori della classificazione di un genuino [[hadith]], è che deve essere conforme con ciò che è scritto nel [[Corano]]. Comunque, questo hadith contraddice direttamente gli insegnamenti del Corano.
 +
 
 +
{{Quote|{{Corano|4|95}}|___Not equal are those believers who sit (at home) and receive no hurt, and those who strive and fight in the cause of Allah with their goods and their persons. Allah hath granted a grade higher to those who strive and fight with their goods and persons than to those who sit (at home). Unto all (in Faith) Hath Allah promised good: But those who strive and fight Hath He distinguished above those who sit (at home) by a special reward,}}
 +
 
 +
===Non-conformità con le maggiori collezioni di Hadith===
  
====Universalmente/Globalmente====
+
In tutte e sei le maggiori collezioni di Hadith (Sahih Bukhari, Sahih Muslim, Dawud, al-Sughra, Tirmidhi e Ibn Majah), la jihad si riferisce quasi sempre alla "minore", riguardo lo sforzo fisico e non alla "grande" sforzo spirituale interno. Come ad esempio, ci sono circa 200 riferimenti alla jihad nella collezione di hadith più affidabile, Sahih Bukhari, ed ''ogni singolo riferimento'' presuppone che la jihad indichi letteralmente la guerra.
  
Secondo il "Futuro della Popolazione Musulmana Mondiale," pubblicato nel Gennaio del 2011 dal Pew Forum, nella sezione Religione & Vita Pubblica, la crescita e il futuro incremento dell'Islam è principalmente dovuto al "loro (relativamente) elevato tasso di natalità, il cospiquo__ numero di Musulmani in età fertile, e all'aumento della aspettativa di vita nei paesi a maggioranza Musulmana", mentre le conversioni giocano un ruolo minoritario nell'incremento grazie ai dati disponibili che suggeriscono che l'"Islam perde tanti seguaci per abbandono della religione, quanti ne guadagni per conversione."<ref>Richard Allen Greene - [{{Reference archive|1=http://religion.blogs.cnn.com/2011/01/27/world-muslim-population-doubling-report-projects/?hpt=C1|2=2011-04-16}} World Muslim population doubling, report projects] - CNN News, January 27, 2011</ref><ref>"''... Le poche informazioni disponibili suggeriscono che non ci sono sostanziali aumenti o diminuzioni nel numero dei Musulmani attraverso le conversioni in tutto il mondo; il numero di persone che diventano Musulmani attraverso le conversioni sembrano piuttosto uguali al numero di Musulmani che abbandonano la loro fede. Di conseguenza, questo rapporto non include nessuna stima futura del rateo di conversioni come un fattore diretto nelle proiezioni dell'aumento della popolazione Musulmana.''" - [{{Reference archive|1=http://www.pewforum.org/future-of-the-global-muslim-population-related-factors-conversion.aspx|2=2012-03-23}} The Future of the Global Muslim Population, Related Factors: Conversion], Pew Research Center, January 27, 2011</ref>
+
Questi [[List of Fabricated Hadith| falsi hadith]] non appaiono in nessuna delle più famose collezioni di hadith e sono incoerenti e non canvalidati con gli insegnamenti presenti nei (Mutawatir) sahih hadith. Alcuni di questi hadith affermano che combattere per la jihad è secondo solo alla fede in Maometto ed [[Allah]], e che stare per un'ora nei ranghi di una battaglia è meglio che essere in [[Salah|preghiera]] per sessanta anni.
  
Nel 2006, i paesi a maggioranza Musulmana avevano una percentuale media di crescita demografica pari all'1.8% per anno (quando rapportato alla percentuale di Musulmani per numero di abitanti).<ref> Averaging of individual country figures from [https://www.cia.gov/cia/publications/factbook CIA factbook]</ref> Questo è comparato con il rateo di crescita della popolazione del 1.12% per anno <ref>[https://www.cia.gov/cia/publications/factbook/geos/xx.html CIA Factbook]</ref>, e secondo l'''Enciclopedia Mondiale Cristiana'',tra il 1990 e il 2000, l'Islam contava circa 865,558 convertiti ogni anno. Questo viene comparato ai circa 2,883,011 di convertiti all'anno per il Cristianesimo durante lo stesso periodo.<ref name="bibleca">[{{Reference archive|1=http://www.bible.ca/global-religion-statistics-world-christian-encyclopedia.htm|2=2011-04-16}} Global statistics for all religions: 2001 AD]. www.bible.ca. Accessed 2006-12-26.</ref>
+
Inoltre, lo stesso Maometto rifiuta l'affermazione che la "grande" jihad è lo sforzo spirituale interiore, quando egli afferma che la migliore jihad è quella di un uomo il cui "sangue è versato e il suo cavallo è ferito".
  
====Africa====
+
{{Quote|Sunan Ibn Majah 2794|E' stato narrato che Amr bin Abasah disse: “Sono andato dal Profeta a chiedere : ‘O Messaggero di Allah, quale Jihad è la migliore?’ Egli rispose: ‘(Quella di un uomo) il cui sangue è stato versato e il suo cavallo ferito.’”}}
  
I Musulmani precedentemente prevalevano sui Cristiani nell'[[Africa]] Sub-Sahariana. Tuttavia, uno studio pubblicato in Aprile nel 2010 dal Pew Forum sulla Religione & la Vita Pubblica ha evidenziato che ora i Cristiani prevalgono sui Musulmani in misura di 2 su 1, rendendo l'Islam una fede minoritaria.<ref>[{{Reference archive|1=http://www.catholicculture.org/news/headlines/index.cfm?storyid=6063|2=2011-04-16}} Christians now outnumber Muslims in sub-Saharan Africa by 2 to 1] - Catholic Culture, April 19, 2010</ref><ref>[{{Reference archive|1=http://pewforum.org/executive-summary-islam-and-christianity-in-sub-saharan-africa.aspx|2=2011-04-16}} Tolerance and Tension: Islam and Christianity in Sub-Saharan Africa] - The Pew Forum on Religion & Public Life, April 15, 2010</ref>  
+
{{Quote|Saheeh Bukhari 4/45|Era stato domandato, 'Oh messaggero di Allah!, quale atto è più eccellente?'. Egli(Sallallahu alyhi wa salam) rispose: "Un credente che si sforza nella via di Dio con se stesso e le sue ricchezze.<ref name="Join the caravan">{{cite web|url= http://www.religioscope.com/info/doc/jihad/azzam_caravan_1_foreword.htm|title= Join the Caravan (p. 4)|publisher= Religioscope (originally from al-haqq.org)|author= Imam Abdullah Azzam|date= December 2001|archiveurl= |deadurl=no}}</ref>}}
  
Il numero di aderenti al Cristianesimo nell'Africa sub-Sahariana aumentò da poco meno di 9 milioni nel 1910 ai 516 milioni al giorno d'oggi, un incremento di 60 volte che eclissa la crescita dell'Islam.<ref>[{{Reference archive|1=http://www.pewforum.org/christian/global-christianity-exec.aspx|2=2012-11-30}} Global Christianity: A Report on the Size and Distribution of the World's Christian Population] - The Pew Forum on Religion & Public Life, December 19, 2011</ref>
+
{{Quote|{{Bukhari|1|2|26}}|All'Apostolo di Allah gli fu chiesto, "Qual'è la migliore azione?" Egli rispose, "Di credere in Allah e nel Suo Apostolo (Maometto). L'interrogatore poi chiese, "Qual'è la successiva (nel bene)? EGli rispose, "Di partecipare alla Jihad (guerra santa) nella causa di Allah."}}
  
====America====
+
{{Quote|Saheeh related by Ibn Ade and Ibn Asakir from Abu Hurayrah 4/6165. Sahih al Jaami as Sagheer no. 4305|Rimanere per un'ora nei ranghi in una battaglia è meglio che rimanere in preghiera per sessanta anni.<ref name="Join the caravan"></ref>}}
  
Contrariamente a ciò che viene spesso rivendicato, l'Islam non è la religione che cresce più velocemente negli [[Stati Uniti]]. Questi sono i dati reali:
+
{{Quote|Saheeh al Bukhari 4/50 , agreed upon|Un mattino o un pomeriggio spesi nella via di Allah è meglio rispetto a stare nel mondo stesso e di tutto ciò che contenuto.<ref name="Join the caravan"></ref> }}
  
*I sondaggi dell'ARIS<ref>[{{Reference archive|1=http://www.adherents.com/rel_USA.html|2=2011-04-16}} Largest Religious Groups in the United States of America] - Adherents.com, accessed April 16, 2011</ref> dimostra che tra il 1990 e il 2000 la percentuale di ricambio dell'Islam era +109%. La percentuale di ricambio per gli Atei/Secolari (+110%), Religione Nativo Americana (+119%), Buddismo (+170%), Baha'i (+200%), Induismo (+237%), Religioni New Age (+240%), Sikhismo (+338%) e Deismo (+717%) erano tutte più elevate.
+
{{Quote|{{Muwatta|21|21|1.4}}|Devo dirti chi ha la condizione migliore tra le persone? Colui che prende le redini del suo cavallo per fare la jihad per la causa di Allah}}
  
*L'Indagine per l'Identificazione Religiosa degli Americani diede ai gruppi Non-Religiosi l'aumento più marcato in termine di numeri assoluti - da 14,300,000 (8.4% della popolazione) a 29,400,000 (14.1% della popolazione) per il periodo tra il 1990 e il 2001 negli USA.<ref name="cuny1">[{{Reference archive|1=http://www.gc.cuny.edu/faculty/research_briefs/aris/key_findings.htm|2=2011-04-16}} American Religious Identification Survey, Key Findings] - The Graduate Center of the City University of New York</ref><ref name="cuny2">[{{Reference archive|1=http://www.gc.cuny.edu/faculty/research_studies/aris.pdf|2=2011-04-16}} American Religious Identification Survey, Full PDF Document] - The Graduate Center of the City University of New York</ref> Inoltre, gli Americani atei erano il segmento maggiormente crescente dal 2001 al 2008.<ref>[{{Reference archive|1=http://blog.beliefnet.com/stevenwaldman/2009/03/fastest-growing-religion-no-re.html|2=2011-04-16}} Fastest Growing Religion = No Religion (New Religious Identification Survey)] ([{{Reference archive|1=http://www.americanreligionsurvey-aris.org/reports/NONES_08.pdf|2=2011-04-16}} original pdf report] | [http://www.americanreligionsurvey-aris.org/ website])</ref>
+
{{Quote|{{Muslim|20|4645}}|E' stato narrato nell'autorità di Abu Sa'id Khudri che il Messaggero di Allah (possa la pace essere su di lui) disse (a lui): Abu Sa'id, chi accetta Allah lietamente come suo Signore, l'Islam come la sua religione e Maometto come il suo Apostolo ha il diritto di entrare in paradiso. Egli (Abu Sa'id) rifletté e disse: Messaggero di Allah, ripetilo per me. Egli (il Messaggero di Allah) lo fece e disse: C'è un'altro atto che eleva la posizione di un uomo in Paradiso di un livello cento volte (maggiore), e l'elevazione tra un livello e l'altro è uguale all'altezza del paradiso dalla terra. Egli (Abu Sa'id) disse: Qual'è tale atto? Egli rispose: la Jihad nella causa di Allah! La Jihad nella causa di Allah!}}
  
* Secondo il Centro Risorse dell'Orientamento Culturale,<ref>[{{Reference archive|1=http://www.cal.org/co/refugee/statistics/final_FY2009.html|2=2011-04-16}} US Refugee Program: Current Fiscal Year Admission Statistics] - Cultural Orientation Resource Center, Updated October 2009</ref> il 60% di tutti i rifugiati ammessi negli  Stati Uniti provengono da paesi a maggioranza Musulmana. Verosimilmente, un Pew report pubblicato nel Gennaio del 2011 trovò che "Circa i due-terzi dei Musulmani negli U.S.A. al giorno d'oggi (64.5%) sono immigrati di prima generazione (nati all'estero)".<ref name="PewRCJan272011">[{{Reference archive|1=http://www.pewforum.org/The-Future-of-the-Global-Muslim-Population.aspx|2=2012-12-02}} The Future of the Global Muslim Population: Projections for 2010-2030] - Pew Research Center, January 27, 2011</ref>
+
{{Quote|Sahih al-Jam'i|Nell'autorità Rashid, nell'autorità di Sa'd (radiallaahu 'anhu), nell'autorità di uno dei Compagni, che un uomo disse, "Oh Messaggero di Allah! Perchè i credenti sono tutti sottoposti a giudizio quando saranno nelle loro tombe, ad eccezione dei martiri?" Egli (salallaahu 'alayhee wa sallam) disse, "Lo scontrarsi delle spade sopra la sua testa era la prova sufficiente per lui."<ref>Abu Khubayb and Abu Zubayr, "The Slandered Jihad (Refutation of Jihad Asghar)"</ref>}}
  
* Contrariamente alle cifre spesso quotate fornite dal CAIR e malgrado la grande influenza dei rifugiati Musulmani, un sondaggio del Pew institute condotto nell'ottobre 2009 risultò che la stima della popolazione Musulmana negli Stati Uniti era di soli 2.454 milioni.<ref>Patrick Goodenough - [{{Reference archive|1=http://www.cnsnews.com/news/article/55214|2=2011-04-16}} New Survey on Islam Calls Into Question Population Figure Used by Obama] - CNS News, October 9, 2009</ref> Percentage-wise, Islam represents only 0.8 percent of the United States' religious make-up. About a third of what had previously been claimed and widely accepted by many [[apologists]] and media outlets.
+
L'importanza posta nella Jihad "fisica" nell'Islam è visibile in un sahih hadith che testimonia come Maometto si riferisca ai Musulmani che si rifiutano di combattere o di valutare di intraprendere la Jihad come degli "ipocriti".
  
* Secondo le ricerche svolte dal rispettabile Dr. Ilyas Ba-Yunus (1932 - 2007), Musulmano statunitense nato in Pakistan,<ref> Dr. Ilyas Ba-Yunus, Emeritus Professor of Sociology, State University of New York at Cortland</ref><ref>Faraz Rabbani, Former SunniPath Instructor - [{{Reference archive|1=http://blog.sunnipath.com/2007/10/05/dr-ilyas-ba-yunus-pioneer-msa-and-isna-activist-leader-passes-away/|2=2011-04-16}} Dr. Ilyas Ba-Yunus – Pioneer MSA and ISNA Activist & Leader Passes Away] - SunniPath, October 5, 2007</ref> il 75% dei nuovi [[convertiti]] all'Islam negli Stati Uniti abbandonano l'Islam entro pochi anni.<ref>[{{Reference archive|1=http://www.radioislam.com/_asx/PublicAffairs/whynewmleave.asx|2=2011-11-19}} Listen to the clip] detailing this research ([http://www.youtube.com/watch?v=v8EC8-aVlrE listen on Youtube])</ref>
+
{{Quote|{{Muslim|2|4696}}|E' stato narrato nell'autorità di Abu Huraira che il Messaggero di Allah (possa la pace essere su di lui) disse: colui che è morto ma non combattendo per la causa di Allah o non manifestando alcun desiderio (o determinazione) per la Jihad è morto da ipocrita. }}
  
* Secondo Ahmed Nassef, co-fondatore ed editore in capo di MuslimWakeUp.com, meno del 7 percento dei Musulmani statunitensi frequentanole moschee regolarmente, rispetto al 38 percento degli statunitensi Cristiani che vanno in chiesa settimanalmente.<ref>Ahmed Nassef - [{{Reference archive|1=http://www.csmonitor.com/2004/0421/p09s02-coop.html|2=2012-11-30}} Listen to Muslim silent majority in US] - CSM, April 21, 2004</ref>
+
{{Quote|1=[http://tafsir.com/default.asp?sid=2&tid=5708 Jihad is made Obligatory]<BR>Sahih hadith, Tafsir Ibn Kathir|2=Chi muore ma non ha combattuto (cioè, per la causa di Allah), o non ha sinceramente considerato combattere, morirà come al tempo della Jahiliyyah (l'era pre-Islamica dell'ignoranza era.}}
  
====Cina====
+
===Punti di vista e ricerche degli Studiosi===
  
L'Islam e il Cristianesimo entrarono entrambe in [[Cina]] durante il 7<sup>th</sup> secolo,<ref>[http://en.wikipedia.org/w/index.php?title=China&oldid=451980300 China] - Wikipedia, accessed September 23, 2011</ref> e dalle affermazioni non (supportate da delle fonti) di circa 100 milioni di Musulmani in Cina. Tuttavia, delle stime più affidabili indicano invece in numero tra 20 e 30 milioni di Musulmani (dal'1.5% al 2% della popolazione).<ref>Masood Rab - [{{Reference archive|1=http://muslimmedianetwork.com/mmn/?p=1922|2=2011-09-23}} Chinese Muslim Scholars] - Muslim Media Network, March 24, 2008</ref><ref>[{{Reference archive|1=http://www.chinadaily.com.cn/bizchina/2008-07/09/content_6831389.htm|2=2011-09-23}} NW China region eyes global Muslim market] - China Daily, July 9, 2008</ref><ref>[{{Reference archive|1=|2=2011-09-23}} China (includes Tibet, Hong Kong, and Macau)] - US Department of State, International Religious Freedom Report 2006</ref><ref name="The World Factbook China">[{{Reference archive|1=https://www.cia.gov/library/publications/the-world-factbook/geos/ch.html|2=2011-09-23}} China/ Religions] - CIA, The World Factbook, accessed September 23, 2011</ref>
+
====Minore vs Maggiore Jihad Hadith====
  
Allo stesso modo, alcune organizzazioni Cristiane hanno affermato l'esistenza di 130 milioni di Cristiani in Cina. Però, stime più affidabili variano tra i 40 milioni (3% della popolazione totale) e i 54 milioni (4%),<ref name="The World Factbook China"></ref><ref>Mark Ellis - [{{Reference archive|1=http://www.assistnews.net/STORIES/2007/s07100011.htm|2=2011-09-23}} China Survey Reveals Fewer Christians than Some Evangelicals Want to Believe] - Assist News, October 1, 2007</ref><ref>[{{Reference archive|1=http://news.bbc.co.uk/1/hi/world/asia-pacific/6337627.stm|2=2011-09-23}} Survey finds 300m China believers] - BBC News, February 7, 2007</ref><ref>Jonathan Watts - [{{Reference archive|1=http://www.guardian.co.uk/world/2007/feb/07/china.religion|2=2011-09-23}} Studi cinesi rivelano che la forte crescita religiosa] - The Guardian, February 7, 2007</ref> significa che la crescita del Cristianesimo in Cina è quasi doppia rispetto a quella dell'Islam.
+
Gli hadith del "minore versus maggiore jihad" [[isnad]] (la completezza delle catene dei narratori e la reputazione individuale di ogni narratore all'interno della catena della tradizione orale) è stata categorizzata dagli studiosi come "debole" (da`if), e generalmente nella [[legge Islamica]], solo gli hadith autentici ([[sahih]]) e buoni (hasan) sono usati per ricavare le regole. Gli hadith deboli non hanno valore per gli scopi della [[Shariah|Shari'ah]].<ref>{{cite web|url= http://www.islamonline.net/servlet/Satellite?pagename=IslamOnline-English-Ask_Scholar/FatwaE/FatwaE&cid=1119503547442|title= May People Act According to a Weak Hadith?|publisher= Islam Online|author= Muzammil Siddiqi|series= Fatwa Bank|date= September 27, 2003|archiveurl= http://www.webcitation.org/query?url=https%3A%2F%2Fweb.archive.org%2Fweb%2F20061216005731%2Fhttp%3A%2F%2Fwww.islamonline.net%2Fservlet%2FSatellite%3Fpagename%3DIslamOnline-English-Ask_Scholar%2FFatwaE%2FFatwaE%26cid%3D1119503547442&date=2014-03-15|deadurl=yes}}</ref> Gli studiosi Islamici moderni li hanno ulteriormente classificati come "maudu" (fabbricati/inventati), che significa che questa narrazione, per alcuni, non è assolutamente considerata come hadith.<ref>{{cite web|url= http://www.irfi.org/articles/articles_251_300/52_weak_ahadith.htm|title= 52 Weak Ahadith|publisher= Islamic Research Foundation International|author= Ibrahim B. Syed|date= accessed November 20, 2011|archiveurl= http://www.webcitation.org/query?url=http://www.irfi.org/articles/articles_251_300/52_weak_ahadith.htm&date=2011-11-20|deadurl=no}}</ref>
  
====Europa====
+
Dott. Abdullah Azzam:
  
Uno studio delle Nazioni Unite dimostrò che tra il 1989 e il 1998, la popolazione Musulmana in Europa crebbe oltre del 100 percento, dovuto principalmente agli effetti dell'immigrazione dai Paesi Musulmani. I Consulenti della Tolleranza Religiosa dell'Ontario hanno rivendicato (senza referenze affidabili) una stima del 2.9 percento all'anno. E secondo un Pew report pubblicato nel Gennaio 2011, la crescita futura dell'Islam in Europa sarà "sostenuta principalmente dalla continua migrazione."<ref name="PewRCJan272011">[{{Reference archive|1=http://www.pewforum.org/The-Future-of-the-Global-Muslim-Population.aspx|2=2012-12-02}} The Future of the Global Muslim Population: Projections for 2010-2030] - Pew Research Center, January 27, 2011</ref>
+
{{Quote||[E'] infatti un falso, un  hadith fabbricato che non ha alcuna base. E' solo un detto di Ibrahim Ibn Abi `Abalah, uno dei Successori, e contraddice le prove testuali e la realtà... la parola "jihad", quando menzionata da sola, significa solo combattere con le armi, come menzionato da Ibn Rushd, e su questo i quattro Imam concordano.<ref>{{cite web|url= http://www.religioscope.com/info/doc/jihad/azzam_caravan_6_conclusion.htm|title= Join the Caravan: Conclusion|publisher= Religioscope (originally from al-haqq.org)|author= Imam Abdullah Azzam|date= December 2001|archiveurl= http://www.webcitation.org/query?url=http%3A%2F%2Fwww.religioscope.com%2Finfo%2Fdoc%2Fjihad%2Fazzam_caravan_6_conclusion.htm&date=2014-03-16|deadurl=no}}</ref>}}
  
Secondo i dati da un esteso studio del 2010 dell'European Social Survey (ESS), gli immigrati Musulmani che hanno vissuto per meno di un anno in Europa vanno regolarmente in moschea. Ma dopo aver vissuto più di un anno nella loro nuova Patria, le cifre calano al 48.8%. Più della metà, raramente o mai si recano alla moschea per pregare.<ref name="Aft">[{{Reference archive|1=http://www.aftenposten.no/nyheter/uriks/article3670269.ece|2=2012-11-30}} Europeiske muslimer dropper moskeen] - Aftenposten (Norwegian), May 29, 2010 ([http://islamineurope.blogspot.com/2010/05/eu-muslims-go-to-mosque-less-often.html English translation])</ref>
+
Ibn Taymiyyah (conosciuto anche come Shaykh ul-Islam):
  
Nei [[Paesi Bassi]], la frequenza alle moschee in realtà diminuisce più della frequentazione delle chiese. Nel 1998, il 47 percento dei Musulmani frequentavano la moschea almeno una volta al mese. Questa stima dimiuì del 12 percento nel 2008, fino a solo il 35 percento. Mentre la frequentazione delle chiese per i Cattolici diminuì solo dell' 8 percento, e la frequentazione delle chiese tra i Protestanti non mostrò variazioni, rimanendo al 63 percento.<ref>Jeroen Langelaar - [{{Reference archive|1=http://www.elsevier.nl/web/10242197/Nieuws/Nederland/Steeds-minder-Nederlanders-naar-kerk-of-moskee.htm|2=2011-07-05}} Steeds minder Nederlanders naar kerk of moskee] - Elsevier, July 29, 2009</ref>
+
{{Quote||C'è un Hadith legato a un gruppo di persone che affermano che il Profeta [pace su di lui] disse dopo la battaglia di Tabuk: 'Siamo tornati dalla Jihad Asghar [jihad minore] alla Jihad Akbar [jihad maggiore].' '''Questo hadith non ha fonti, nessun'altro nel campo della Conoscenza Islamica lo ha mai narrato.''' Jihad against the disbelievers is the most noble of actions, and moreover it is the most important action for the sake of mankind.<ref>Ibn Taymiyyah, [http://www.peacewithrealism.org/jihad/jihad03.htm "Al Furqan"], pp. 44-45</ref>}}
  
=====Regno Unito=====
+
Ibn Hajar al-`Asqalani:
  
E' stato stimato che durante il decennio 2001 - 2011, attorno alle 100,000 persone si sono convertite all'Islam nel [[Regno Unito]], ma il 75 percento di questi convertiti hanno lasciano velocemente l'Islam, durante questo stesso periodo.<ref>{{cite web|url= http://www.newstatesman.com/religion/2013/05/confessions-ex-muslim|title= Confessions of an ex-Muslim|publisher= New Statesman|author= Omar Shahid|date= May 17, 2013|archiveurl= http://www.webcitation.org/query?url=http%3A%2F%2Fwww.newstatesman.com%2Freligion%2F2013%2F05%2Fconfessions-ex-muslim&date=2013-08-23|deadurl=no}}</ref> In totale, ci sono circa 200,000 apostati dall'Islam che vivono nell'UK, il doppio rispetto al numero di chi si è convertito._<ref>Anthony Browne - [{{Reference archive|1=http://www.timesonline.co.uk/tol/news/uk/article510589.ece|2=2011-09-18}} Muslim apostates cast out and at risk from faith and family Muslim apostates cast out and at risk from faith and family] - The Sunday Times, February 5, 2005</ref>
+
{{Quote|Hajar al Asqalani, Tasdid al-qaws, see also Kashf al-Khafaa’ (no.1362)| Questo detto è diffuso ed è un detto di Ibrahim ibn Ablah secondo Nisa'i in al-Kuna. Ghazali lo accenna nella Ihya' ed al-`Iraqi disse che Bayhaqi lo ricollega all'autorità di Jabir e disse: C'è debolezza in questa catena di trasmissione.<ref>{{cite web|url= http://www.sunnah.org/tasawwuf/jihad004.html|title= Jihad Al Akbar|publisher= As-Sunnah Foundation of America|author= Shaykh Hisham Kabbani|series=(from: "Islamic Beliefs and Doctrine According to Ahl al-Sunna: A Repudiation of "Salafi" Innovations")|date= accessed November 20, 2011|archiveurl= http://www.webcitation.org/query?url=http://www.sunnah.org/tasawwuf/jihad004.html&date=2011-11-20|deadurl=no}}</ref>}}
  
Analogamente al resto d'[[Europa]],<ref name="PewRCJan272011">[{{Reference archive|1=http://www.pewforum.org/The-Future-of-the-Global-Muslim-Population.aspx|2=2012-12-02}} The Future of the Global Muslim Population: Projections for 2010-2030] - Pew Research Center, January 27, 2011</ref> la crescita dell'Islam nel Regno Unito è dovuta principalmente dalla maggiore natalità tra i Musulmani (il 27 percento di famiglie Musulmane hanno tre o più figli a carico, rispetto al 14 percento dei Sikh, 8 percento degli Hindu, e il 7 percento delle famiglie Cristiane)<ref>{{cite web|url= http://www.statistics.gov.uk/downloads/theme_compendia/fof2005/families.pdf|title= Focus on Families: Muslim families most likely to have children|publisher= Office for National Statistics (statistics.gov.uk)|author= |date= July 2005|page= 8|archiveurl= http://www.webcitation.org/query?url=http://www.statistics.gov.uk/downloads/theme_compendia/fof2005/families.pdf&date=2011-04-16|deadurl=yes}}</ref> e dall'immigrazione (il 54 percento di tutti i musulmani dell'UK sono nati all'estero).<ref name="IPPR">Jodie Reed, "Young Muslims in the UK: Education and Integration", Institute for Public Policy Research, December 2005</ref>
+
Al Bayhaqi:
  
Un sondaggio del NOP sui Musulmani britannici, commissionato da Channel 4 ha inoltre riportato che il 48% dei Musulmani non si recano mai alla moschea, con un'altro 6% che partecipano solo in occasioni speciali.<ref name="C4NOP">Anthony Wells - [{{Reference archive|1=http://ukpollingreport.co.uk/blog/archives/291|2=2013-03-21}} NOP Poll of British Muslims] - UK Polling Report, August 8, 2006</ref>
+
{{Quote|Hajar ibn al Asqalani ’Kashf al-Khafaa’ (no.1362)|Questa catena di narrazione è debole. Ibn Hajr disse che questo era un detto di Ibraaheem bin Abee Ablah, un Taabi’ee, e non un Ahaadeeth del Messaggero (SAW). <ref name="Suhaib Hassan"></ref><ref>{{cite web|url= http://islam.worldofislam.info/index.php?option=com_content&view=article&id=729:qwe-have-returned-from-the-lesser-jihad-to-the-greater-jihad-jihad-un-nafs-jihad-ul-akbarq&catid=129&Itemid=63|title= Be Aware - Da'eef (weak), mawdoo’ (fabricated) hadeeth|publisher= World of Islam Portal|author= |date= May 10, 2008|archiveurl= http://www.webcitation.org/query?url=http%3A%2F%2Fislam.worldofislam.info%2Findex.php%3Foption%3Dcom_content%26view%3Darticle%26id%3D729%3Aqwe-have-returned-from-the-lesser-jihad-to-the-greater-jihad-jihad-un-nafs-jihad-ul-akbarq%26catid%3D129%26Itemid%3D63&date=2014-03-16|deadurl=no}}</ref>}}
  
====Russia====
+
Al Haakim:
  
C'è una grande e diffusa convinzione che ci siano quasi 20 milioni di Musulmani russi e che un gran numero di cittadini russi si stanno convertendo all'Islam. Tuttavia, ci sono solo dai 7 ai 9 milioni di Musulmani in [[Russia]] e meno di 3,000 russi etnici si sono convertiti all'Islam negli ultimi quindici anni.  
+
{{Quote|| I suoi hadith non sono affidabili.<ref name="Join the caravan2">{{cite web|url= http://www.religioscope.com/info/doc/jihad/azzam_caravan_1_foreword.htm|title= Join the Caravan (p. 27)|publisher= Religioscope (originally from al-haqq.org)|author= Imam Abdullah Azzam|date= December 2001|archiveurl= |deadurl=no}}</ref>}}
  
Nello stesso periodo quasi 2 milioni di Musulmani etnici_ sono diventati Cristiani Ortodossi. Oltre 400 membri del clero Ortodosso russo_ appartengono ai gruppi etnici che tradizionalmente sono Musulmani, il 20 percento dei Tatari__ sono Cristiani, e il 70 percento dei matrimoni interreligiosi hanno come effetto la conversione dello sposo Musulmano al Cristianesimo.<ref>[http://www.webcitation.org/query?url=http%3A%2F%2Fwww.interfax-religion.com%2F%3Fact%3Dnews%26div%3D2869&date=2011-04-16 <!-- http://www.interfax-religion.com/?act=news&div=2869 -->20Mln Muslims in Russia and mass conversion of ethnic Russians are myths - expert] - Interfax, April 10, 2007</ref>
+
Abu Yala al Khalili:
  
===Altri fattori da considerare===
+
{{Quote|Mashir al Ashwaq, Ibn Nuhad pg 1/31|Egli spesso altera, è molto debole e narra hadith sconosciuti. C'è anche un narratore, Yahyah bin Alulah, che è un noto bugiardo e creatore di hadith (Ahmed).<ref name="Join the caravan2"></ref>}}
  
Non vale nulla il fatto che gli apostati raramente pubblicizzano il loro abbandono dell'Islam a causa delle sentenze di morte imposte ai suoi seguaci_, e che la maggior parte dei paesi Islamici non riconoscono le conversioni dall'Islam.
+
Amru bin Ali an Nasai ed Ad Darqutni:
  
Sistematiche [[persecuzioni]] delle minoranze religiose sono state documentate_ in quasi [[Lista Persecuzioni per Stato|tutti i paesi a maggioranza Musulmana]],__ portando alcuni[[convertiti all'Islam]] ad essere costretti o forzati nella loro conversione.  
+
{{Quote||I suoi hadith sono rinnegati.<ref name="Join the caravan2"></ref>}}
  
Per esempio, a seguito dell'omicidio nel 2010 di_ un importante politico Musulmano che invitò_ alla modificazione della legge [[Pakistan|Pakistana]] sulla [[Islam e Libertà di Parola|blasfemia]], è stato riportato_ che almeno 20 Cristiani Pakistani si stavano convertendo all'Islam ogni settimana per paura.__<ref>Rick Westhead - [{{Reference archive|1=http://www.thestar.com/news/world/article/925715--some-christians-in-paki|2=2011-04-16}} Some Christians in Pakistan convert fear into safety] - Toronto Star, January 20, 2011</ref> Inoltre secondo la Society for the Protection of the Rights of the Child (SPARC), Ci sono state 2,000 donne e ragazze che furono [[Forced Conversion|convertite forzatamente]] nel 2011 all'Islam attraverso lo [[stupro]], la tortura e il rapimento,__ in Pakistan.<ref>[{{Reference archive|1=http://www.dailytimes.com.pk/default.asp?page=2012/09/05/story_5-9-2012_pg7_25|2=2012-09-05}} 2,000 minorities girls converted to Islam forcibly: report] - Daily Times, September 5, 2012</ref>
+
Ibn Adi:  
  
Questo__ non è limitato ai soli Paesi a maggioranza Musulmana. Nel Regno Unito, è stato riportato che nel 2007 la polizia stava collaborando con le varie università per reprimere le "conversioni aggressive" all'Islam, durante la quale le adolescenti vulnerabili sono picchiate__ da dei Musulmani e forzate ad abbandonare i corsi universitari.<ref>[{{Reference archive|1=http://www.standard.co.uk/news/police-protect-girls-forced-to-convert-to-islam-7256407.html|2=2013-01-02}} Police protect girls forced to convert to Islam] - London Evening Standard, February 22, 2007</ref><ref>[{{Reference archive|1=http://metro.co.uk/2007/02/22/hindu-girls-targeted-by-extremists-108990/|2=2013-02-07}} ‘Hindu girls targeted by extremists’] - Metro News, February 22, 2007</ref>
+
{{Quote|Tahzeeb ut Tahzeeb 11/261-262| I suoi hadith sono falsi.<ref name="Join the caravan2"></ref>}}
  
==Conclusione==
+
Abu Dahadbi:
  
Tutti i dati reali disponibili__ rivelano che l'Islam non è nè la religione che cresce più rapidamente in termini numerici di aderenti, né la religione che cresce più rapidamente in termini percentuali.__
+
{{Quote||Abdu Hatim disse che egli non è un narratore affidabile, Ibn Ma'een lo ha classificato come debole e Ad Daqatuni disse che egli è da trascurare.<ref name="Join the caravan2"></ref>}}
  
I crescente numero di Musulmani nel mondo__ è dovuto principalmente al tasso di natalità maggiore della media__, e conseguentemente la crescita della popolazione nei paesi e nelle comunità Musulmane__. E la loro crescente presenza nelle società non-musulmane__ come in Europa e nelle Americhe è dovuto per la stragrande maggioranza all'immigrazione.
+
Mufti Zar Wali Khan (a cui è stato dato il titolo di Sheikh ul hadith) ha affermato nella sua "Dora Tafsir" che questo hadith è stato fabbricato da dei Sufi.
  
Inoltre, i convertiti all'Islam sono numericamente molto inferiori rispetto a coloro che scelgono di lasciare la religione e di abbracciare un'altra fede o concezione del mondo. E la maggioranza dei convertiti che l'Islam riesce ad attirare, decidono di lasciarla entro i primissimi anni di osservanza. 
+
=====Hadith Collegati alla stessa Fonte=====
  
Infine, anche se l'Islam fosse la religione che cresce più rapidamente nel mondo, sarebbe un [[Ad Populum|Argumentum ad populum]] affermare che grazie a questo di essere la religione migliore.__
+
Un racconto simile preso dalla stessa fonte recita:
 +
 
 +
{{Quote||L'inchiostro dello studioso è più sacro del sangue del Martire.}}
 +
 
 +
Questo hadith è stato classificato come Maudu (Inventato), anche da parte della fonte originale.
 +
 
 +
Dott. Suhaib Hassan:
 +
 
 +
{{Quote||Riportato da al-Manjaniqi nella sua collezione di ahadith di più antichi narratori che a loro volta riportano da più recenti narratori, nell'autorità di al-Hasan al-Basri. Al-Khatib al-Baghdadi disse che è___ maudu come narrazione da parte del Profeta (s.a.w), '''ma è un'affermazione di al-Hasan al-Basri''' [Kashf al-Khafa, no. 2276].<ref name="Suhaib Hassan">{{cite web|url= http://www.thereligionislam.com/islamicideology/scienceofhadith.htm|title= The Science of Hadith|publisher= TheReligionIslam|author= Dr. Suhaib Hassan|date= accessed November 20, 2011|archiveurl= http://www.webcitation.org/query?url=http://www.thereligionislam.com/islamicideology/scienceofhadith.htm&date=2011-11-20|deadurl=no}}</ref>}}
 +
 
 +
Shaikh Abdullah Faisal:
 +
 
 +
{{Quote||Collegato da Khateeb nella Storia di Baghdad 2/193. '''Egli disse anche che era un hadith inventato hadith.'''
 +
 
 +
Gli hadith inventati descritti sopra danno la preferenza al metodo della da'wah invece della Jihad per diffondere l'Islam. Comunque, '''il miglior modo per diffondere l'Islam è la Jihad e non la da'wah'''. Infatti il Santo Profeta (s.a.w) spese tredici anni a Makkah (alla Mecca) dando la da'wah e all'incirca solo un centinaio di persone abbracciarono l'Islam. Ma quando Egli (s.a.w) entrò a Makkah con il suo esercito e Shawka (potere) duemila persone professarono la Shahadah in un solo giorno.
 +
 
 +
I Mujahideen conquistano le terre e salvano l'intera popolazione dall'entrata nel fuoco dell'Inferno portando loro l'Islam. Questo risultato è di gran lunga maggiore rispetto a ciò che i libri possono fare.
 +
 
 +
Inoltre questo hadith inventato contraddice il Sacro Corano:
 +
 
 +
'''Surah An Nisa verso 95:'''
 +
 
 +
"Not equal are those of the believers who sit at home(except those who are disabled by injury or are blind or lame), and those who strive hard and fight in the Cause of Allah with their wealth and lives. Allah has preferred in grades those who strive hard and fight with their wealth and their lives above those who sit at home."<ref>{{cite web|url= http://www.missionislam.com/knowledge/books/100FabricatedHadith.pdf|title= 100 Fabricated Hadiths|publisher= Darul Islam Publishers|author= Shaikh Abdullah Faisal|date= 2000|archiveurl= http://www.webcitation.org/query?url=http://www.missionislam.com/knowledge/books/100FabricatedHadith.pdf&date=2011-11-20|deadurl=no}}</ref>}}
 +
 
 +
====Concetto del Minore vs Maggiore Jihad====
 +
 
 +
In the Editors preface to Yusuf al ‘Uyayree's "Thawaabit ‘ala darb al Jihad" (Constants on The Path of Jihad), we find the following in reference to the concept of the 'greater jihad' being the inner struggle:
 +
 
 +
{{Quote||This is a very twisted concept of Jihad via Western propagation albeit it is true from a linguistic point of view. However, the overall Islamic connotation of Jihad is fighting for the sake of Allah (Jihad fe Sabeelillah). Before Islam, the word Salat was used by the Arabs; it meant supplication. But when Islam came, it changed the meaning of the word to the prayer we know of, although, linguistically it remains as supplication. The same is applied to Jihad. Before, it had nothing to do with fighting for the sake of Allah; and when Islam came, it became very apparent that Islam changed its meaning. One may argue that the Qur’an uses the word Jihad for ‘struggling’. This is true as we see this in many ayaat of Qur’an. However, like we said, the overall implication of Jihad has changed, but its linguistic meaning remains the same. For example, when the Prophet (sallallahu ‘alayhe wassallam) said: ''Narrated by Abu Huraira: Allah’s Messenger said: “Whosoever dies without participating in an expedition (Jihad) nor having the intention to do so, dies on a branch of hypocrisy.''” Is he referring to an “inner struggle” here? Not at all.<ref>Shaykh al Uyayree - [{{Reference archive|1=http://www.hoor-al-ayn.com/Books/constants.pdf|2=2011-03-16}} Constants in the Path of Jihad] - Lecture series delivered by Imam Anwar al Awlaki, transcribed and edited by Mujahid Fe Sabeelillah</ref>}}
 +
 
 +
Ibn Baaz:
 +
 
 +
{{Quote||Question: Is Jihad in the way of Allah the same level regardless of whether it is with one's life, wealth , or supplication , even if somebody is cabable of the type that involves one's life?<BR><BR>
 +
Answer: There are different kinds of jihad - with one's self, wealth, supplication, teaching, giving guidance, or helping others in good in any form.The highest form of jihad, however, is with one's life (the intent here is not suicide, for that is forbidden in Islam), then comes Jihad with one's wealth and jihad with teaching and guidance, and in this way Da'wah is a form of jihad, but jihad with one's life is the highest form.<ref>Shaykh Abdul-Azeez Bin Baaz, Fatawa Islamiyah, Vol 8, p.24</ref>}}
 +
 
 +
Dr. Muhammad Amin:
 +
 
 +
{{Quote||Jihad of the self and Jihad by wealth, if they do not lead one to establish the Call of Truth, and to stand beside it, enjoining the right and forbidding the wrong, and contributing one's life and wealth in the Path of Allah, are deficient Jihads containing inadequacy. It is astonishing that the hour of testing and of severity, in which the feet are shaken and the heart reaches the throat, can be called the Hour of the Lesser Jihad, while the hours of safety and comfort in secure homes, in the midst of one's family and friends, can be called hours of the Greater Jihad! In the like of such appellations do the holders-back rejoice in their sitting behind from obeying the Messenger of Allah (salallaahu 'alayhee wa sallam) and his Companions (radiallaahu 'anhum)? Such people find contentment and comfort in this way, while in reality they only deceive their weak souls, for the true values of the deeds are entirely the opposite.<ref>Dr. Muhammad Amin, Path of Islamic Propagation</ref>}}
 +
 
 +
==Conclusion==
 +
 
 +
The lesser versus greater jihad "hadith" and other similar narrations have been shown by Islamic scholars to be, not only weak, but false. They serve no purpose in Islamic law or thought, and contradict sahih hadith and the Qur'an itself. Therefore, this concept of a lesser and greater jihad has no validity within Islam. We leave you with the words of Professor David Cook:
 +
 
 +
{{Quote||In reading Muslim literature -- both contemporary and classical -- one can see that the evidence for the primacy of spiritual jihad is negligible. Today it is certain that no Muslim, writing in a non-Western language (such as Arabic, Persian, Urdu), would ever make claims that jihad is primarily nonviolent or has been superseded by the spiritual jihad. Such claims are made solely by Western scholars, primarily those who study Sufism and/or work in interfaith dialogue, and by Muslim apologists who are trying to present Islam in the most innocuous manner possible.<ref>{{cite web|url= http://www.jstor.org/stable/10.1525/j.ctt1ppjtw|title= Understanding Jihad|publisher= University of California Press|author= David Cook|date= 2005|isbn=978-0-520-93187-9|pages=165-6|archiveurl= http://www.webcitation.org/query?url=http%3A%2F%2Fwww.jstor.org%2Fstable%2F10.1525%2Fj.ctt1ppjtw&date=2013-12-21|deadurl=no}}</ref>}}
  
 
{{Core Propaganda}}
 
{{Core Propaganda}}
  
==Vedi anche==
+
==See Also==
 
 
{{Hub4|Converts|Converts}}
 
  
{{Translation-links-english|[[Най-бързо разрастващата се религия|Bulgarian]]}}
+
*[[List of Fabricated Hadith]]
 +
{{Hub4|Lying|lying}}
  
==Link Esterni==
+
==External Links==
  
*[http://www.thereligionofpeace.com/Pages/Games-Muslims-Play.htm#fastest "Islam is the world’s fastest growing religion"] ''- [[The Religion Of Peace]]''
+
*[{{Reference archive|1=http://www.danielpipes.org/498/jihad-and-the-professors|2=2011-05-19}} Jihad and the Professors] ''- Daniel Pipes, November 2002''
*[{{Reference archive|1=http://www.pewforum.org/christian/global-christianity-exec.aspx|2=2012-11-30}} Global Christianity (Dec 2011 Pew Report)] ''- Contrary to Islamic propaganda, world-wide Christianity is not "dying" but remains stable''
 
  
==Referenze==
+
==References==
{{Reflist|2|refs=}}
+
{{Reflist|30em}}
  
<!-- [[Category:Islamic Propaganda]]
+
[[Category:Jihad and Terrorism]]
[[Category:Statistics]] -->
+
[[Category:Islamic Law]]
 +
[[Category:Islamic Propaganda]]

Latest revision as of 17:06, 29 March 2016

Questo articolo esamina il concetto della minore e maggiore Jihad, e del suo ruolo nell'Islam.

Rivendicazioni_

Le due forme di Jihad nell'Islam sono talvolta spiegate dagli apologeti nel modo seguente:

  • Minore (esterno) jihad (al-jihad al-asghar); uno sforzo militare, ossia una guerra santa;
  • Maggiore Jihad interiore (al-jihad al-akbar); l'impegno del miglioramento personale contro i propri desideri;

Loro affermano che il "Jihad interiore" si riferisce essenzialmente a tutti gli sforzi che un Musulmano pu affrontare, nell'aderire alla religione. Per esempio, uno studio di scolari dell'Islam può essere uno sforzo intellettuale che secondo alcuni può riferirsi alla "Jihad."

Origini

Durante la vita del Profeta Maometto, e fino ad oggi, la parola 'Jihad' era, ed è, usata quasi sempre in senso militare.[1] Questa idea della grande o piccola jihad fu un successivo sviluppo originato dall'11th secolo nel libro "La storia di Baghdad", dello studioso islamico al-Khatib al-Baghdadiis, mediante Yahya ibn al 'Ala', che disse:

Ci è stato detto da Layth, dall'autorità di 'Ata', dall'autorità di Abu Rabah, dall'autorità di Jabir, che disse, 'Il Profeta (salallaahu 'alayhee wa sallam) dopo essere tornato da una delle sue battaglie,e a quel punto ci disse, 'siete giunti ad un eccellente arrivo, siete venuti dalla Piccola Jihad alla Grande Jihad - la lotta di un servo (di Allah) contro i suoi desideri.'[2]

Infatti, tutte le quattro scuole di giurisprudenza (Fiqh) Sunnita così come la tradizione Shiita non fanno assolutamente riferimento alla "maggiore" jihad, ma solo alla minore. Quindi prima di esaminare le prove contro la validità di questo hadith, è chiaro che il concetto della maggiore jihad non è ortodosso ed è un'eresia per la maggioranza dei Musulmani del mondo.

Analisi

Non-conformità con il Corano

Uno dei più importanti fattori della classificazione di un genuino hadith, è che deve essere conforme con ciò che è scritto nel Corano. Comunque, questo hadith contraddice direttamente gli insegnamenti del Corano.

___Not equal are those believers who sit (at home) and receive no hurt, and those who strive and fight in the cause of Allah with their goods and their persons. Allah hath granted a grade higher to those who strive and fight with their goods and persons than to those who sit (at home). Unto all (in Faith) Hath Allah promised good: But those who strive and fight Hath He distinguished above those who sit (at home) by a special reward,

Non-conformità con le maggiori collezioni di Hadith

In tutte e sei le maggiori collezioni di Hadith (Sahih Bukhari, Sahih Muslim, Dawud, al-Sughra, Tirmidhi e Ibn Majah), la jihad si riferisce quasi sempre alla "minore", riguardo lo sforzo fisico e non alla "grande" sforzo spirituale interno. Come ad esempio, ci sono circa 200 riferimenti alla jihad nella collezione di hadith più affidabile, Sahih Bukhari, ed ogni singolo riferimento presuppone che la jihad indichi letteralmente la guerra.

Questi falsi hadith non appaiono in nessuna delle più famose collezioni di hadith e sono incoerenti e non canvalidati con gli insegnamenti presenti nei (Mutawatir) sahih hadith. Alcuni di questi hadith affermano che combattere per la jihad è secondo solo alla fede in Maometto ed Allah, e che stare per un'ora nei ranghi di una battaglia è meglio che essere in preghiera per sessanta anni.

Inoltre, lo stesso Maometto rifiuta l'affermazione che la "grande" jihad è lo sforzo spirituale interiore, quando egli afferma che la migliore jihad è quella di un uomo il cui "sangue è versato e il suo cavallo è ferito".

E' stato narrato che Amr bin Abasah disse: “Sono andato dal Profeta a chiedere : ‘O Messaggero di Allah, quale Jihad è la migliore?’ Egli rispose: ‘(Quella di un uomo) il cui sangue è stato versato e il suo cavallo ferito.’”
Sunan Ibn Majah 2794
Era stato domandato, 'Oh messaggero di Allah!, quale atto è più eccellente?'. Egli(Sallallahu alyhi wa salam) rispose: "Un credente che si sforza nella via di Dio con se stesso e le sue ricchezze.[3]
Saheeh Bukhari 4/45
All'Apostolo di Allah gli fu chiesto, "Qual'è la migliore azione?" Egli rispose, "Di credere in Allah e nel Suo Apostolo (Maometto). L'interrogatore poi chiese, "Qual'è la successiva (nel bene)? EGli rispose, "Di partecipare alla Jihad (guerra santa) nella causa di Allah."
Rimanere per un'ora nei ranghi in una battaglia è meglio che rimanere in preghiera per sessanta anni.[3]
Saheeh related by Ibn Ade and Ibn Asakir from Abu Hurayrah 4/6165. Sahih al Jaami as Sagheer no. 4305
Un mattino o un pomeriggio spesi nella via di Allah è meglio rispetto a stare nel mondo stesso e di tutto ciò che contenuto.[3]
Saheeh al Bukhari 4/50 , agreed upon
Devo dirti chi ha la condizione migliore tra le persone? Colui che prende le redini del suo cavallo per fare la jihad per la causa di Allah
E' stato narrato nell'autorità di Abu Sa'id Khudri che il Messaggero di Allah (possa la pace essere su di lui) disse (a lui): Abu Sa'id, chi accetta Allah lietamente come suo Signore, l'Islam come la sua religione e Maometto come il suo Apostolo ha il diritto di entrare in paradiso. Egli (Abu Sa'id) rifletté e disse: Messaggero di Allah, ripetilo per me. Egli (il Messaggero di Allah) lo fece e disse: C'è un'altro atto che eleva la posizione di un uomo in Paradiso di un livello cento volte (maggiore), e l'elevazione tra un livello e l'altro è uguale all'altezza del paradiso dalla terra. Egli (Abu Sa'id) disse: Qual'è tale atto? Egli rispose: la Jihad nella causa di Allah! La Jihad nella causa di Allah!
Nell'autorità Rashid, nell'autorità di Sa'd (radiallaahu 'anhu), nell'autorità di uno dei Compagni, che un uomo disse, "Oh Messaggero di Allah! Perchè i credenti sono tutti sottoposti a giudizio quando saranno nelle loro tombe, ad eccezione dei martiri?" Egli (salallaahu 'alayhee wa sallam) disse, "Lo scontrarsi delle spade sopra la sua testa era la prova sufficiente per lui."[4]
Sahih al-Jam'i

L'importanza posta nella Jihad "fisica" nell'Islam è visibile in un sahih hadith che testimonia come Maometto si riferisca ai Musulmani che si rifiutano di combattere o di valutare di intraprendere la Jihad come degli "ipocriti".

E' stato narrato nell'autorità di Abu Huraira che il Messaggero di Allah (possa la pace essere su di lui) disse: colui che è morto ma non combattendo per la causa di Allah o non manifestando alcun desiderio (o determinazione) per la Jihad è morto da ipocrita.
Chi muore ma non ha combattuto (cioè, per la causa di Allah), o non ha sinceramente considerato combattere, morirà come al tempo della Jahiliyyah (l'era pre-Islamica dell'ignoranza era.
Jihad is made Obligatory
Sahih hadith, Tafsir Ibn Kathir

Punti di vista e ricerche degli Studiosi

Minore vs Maggiore Jihad Hadith

Gli hadith del "minore versus maggiore jihad" isnad (la completezza delle catene dei narratori e la reputazione individuale di ogni narratore all'interno della catena della tradizione orale) è stata categorizzata dagli studiosi come "debole" (da`if), e generalmente nella legge Islamica, solo gli hadith autentici (sahih) e buoni (hasan) sono usati per ricavare le regole. Gli hadith deboli non hanno valore per gli scopi della Shari'ah.[5] Gli studiosi Islamici moderni li hanno ulteriormente classificati come "maudu" (fabbricati/inventati), che significa che questa narrazione, per alcuni, non è assolutamente considerata come hadith.[6]

Dott. Abdullah Azzam:

[E'] infatti un falso, un hadith fabbricato che non ha alcuna base. E' solo un detto di Ibrahim Ibn Abi `Abalah, uno dei Successori, e contraddice le prove testuali e la realtà... la parola "jihad", quando menzionata da sola, significa solo combattere con le armi, come menzionato da Ibn Rushd, e su questo i quattro Imam concordano.[7]

Ibn Taymiyyah (conosciuto anche come Shaykh ul-Islam):

C'è un Hadith legato a un gruppo di persone che affermano che il Profeta [pace su di lui] disse dopo la battaglia di Tabuk: 'Siamo tornati dalla Jihad Asghar [jihad minore] alla Jihad Akbar [jihad maggiore].' Questo hadith non ha fonti, nessun'altro nel campo della Conoscenza Islamica lo ha mai narrato. Jihad against the disbelievers is the most noble of actions, and moreover it is the most important action for the sake of mankind.[8]

Ibn Hajar al-`Asqalani:

Questo detto è diffuso ed è un detto di Ibrahim ibn Ablah secondo Nisa'i in al-Kuna. Ghazali lo accenna nella Ihya' ed al-`Iraqi disse che Bayhaqi lo ricollega all'autorità di Jabir e disse: C'è debolezza in questa catena di trasmissione.[9]
Hajar al Asqalani, Tasdid al-qaws, see also Kashf al-Khafaa’ (no.1362)

Al Bayhaqi:

Questa catena di narrazione è debole. Ibn Hajr disse che questo era un detto di Ibraaheem bin Abee Ablah, un Taabi’ee, e non un Ahaadeeth del Messaggero (SAW). [10][11]
Hajar ibn al Asqalani ’Kashf al-Khafaa’ (no.1362)

Al Haakim:

I suoi hadith non sono affidabili.[12]

Abu Yala al Khalili:

Egli spesso altera, è molto debole e narra hadith sconosciuti. C'è anche un narratore, Yahyah bin Alulah, che è un noto bugiardo e creatore di hadith (Ahmed).[12]
Mashir al Ashwaq, Ibn Nuhad pg 1/31

Amru bin Ali an Nasai ed Ad Darqutni:

I suoi hadith sono rinnegati.[12]

Ibn Adi:

I suoi hadith sono falsi.[12]
Tahzeeb ut Tahzeeb 11/261-262

Abu Dahadbi:

Abdu Hatim disse che egli non è un narratore affidabile, Ibn Ma'een lo ha classificato come debole e Ad Daqatuni disse che egli è da trascurare.[12]

Mufti Zar Wali Khan (a cui è stato dato il titolo di Sheikh ul hadith) ha affermato nella sua "Dora Tafsir" che questo hadith è stato fabbricato da dei Sufi.

Hadith Collegati alla stessa Fonte

Un racconto simile preso dalla stessa fonte recita:

L'inchiostro dello studioso è più sacro del sangue del Martire.

Questo hadith è stato classificato come Maudu (Inventato), anche da parte della fonte originale.

Dott. Suhaib Hassan:

Riportato da al-Manjaniqi nella sua collezione di ahadith di più antichi narratori che a loro volta riportano da più recenti narratori, nell'autorità di al-Hasan al-Basri. Al-Khatib al-Baghdadi disse che è___ maudu come narrazione da parte del Profeta (s.a.w), ma è un'affermazione di al-Hasan al-Basri [Kashf al-Khafa, no. 2276].[10]

Shaikh Abdullah Faisal:

Collegato da Khateeb nella Storia di Baghdad 2/193. Egli disse anche che era un hadith inventato hadith.

Gli hadith inventati descritti sopra danno la preferenza al metodo della da'wah invece della Jihad per diffondere l'Islam. Comunque, il miglior modo per diffondere l'Islam è la Jihad e non la da'wah. Infatti il Santo Profeta (s.a.w) spese tredici anni a Makkah (alla Mecca) dando la da'wah e all'incirca solo un centinaio di persone abbracciarono l'Islam. Ma quando Egli (s.a.w) entrò a Makkah con il suo esercito e Shawka (potere) duemila persone professarono la Shahadah in un solo giorno.

I Mujahideen conquistano le terre e salvano l'intera popolazione dall'entrata nel fuoco dell'Inferno portando loro l'Islam. Questo risultato è di gran lunga maggiore rispetto a ciò che i libri possono fare.

Inoltre questo hadith inventato contraddice il Sacro Corano:

Surah An Nisa verso 95:

"Not equal are those of the believers who sit at home(except those who are disabled by injury or are blind or lame), and those who strive hard and fight in the Cause of Allah with their wealth and lives. Allah has preferred in grades those who strive hard and fight with their wealth and their lives above those who sit at home."[13]

Concetto del Minore vs Maggiore Jihad

In the Editors preface to Yusuf al ‘Uyayree's "Thawaabit ‘ala darb al Jihad" (Constants on The Path of Jihad), we find the following in reference to the concept of the 'greater jihad' being the inner struggle:

This is a very twisted concept of Jihad via Western propagation albeit it is true from a linguistic point of view. However, the overall Islamic connotation of Jihad is fighting for the sake of Allah (Jihad fe Sabeelillah). Before Islam, the word Salat was used by the Arabs; it meant supplication. But when Islam came, it changed the meaning of the word to the prayer we know of, although, linguistically it remains as supplication. The same is applied to Jihad. Before, it had nothing to do with fighting for the sake of Allah; and when Islam came, it became very apparent that Islam changed its meaning. One may argue that the Qur’an uses the word Jihad for ‘struggling’. This is true as we see this in many ayaat of Qur’an. However, like we said, the overall implication of Jihad has changed, but its linguistic meaning remains the same. For example, when the Prophet (sallallahu ‘alayhe wassallam) said: Narrated by Abu Huraira: Allah’s Messenger said: “Whosoever dies without participating in an expedition (Jihad) nor having the intention to do so, dies on a branch of hypocrisy.” Is he referring to an “inner struggle” here? Not at all.[14]

Ibn Baaz:

Question: Is Jihad in the way of Allah the same level regardless of whether it is with one's life, wealth , or supplication , even if somebody is cabable of the type that involves one's life?

Answer: There are different kinds of jihad - with one's self, wealth, supplication, teaching, giving guidance, or helping others in good in any form.The highest form of jihad, however, is with one's life (the intent here is not suicide, for that is forbidden in Islam), then comes Jihad with one's wealth and jihad with teaching and guidance, and in this way Da'wah is a form of jihad, but jihad with one's life is the highest form.[15]

Dr. Muhammad Amin:

Jihad of the self and Jihad by wealth, if they do not lead one to establish the Call of Truth, and to stand beside it, enjoining the right and forbidding the wrong, and contributing one's life and wealth in the Path of Allah, are deficient Jihads containing inadequacy. It is astonishing that the hour of testing and of severity, in which the feet are shaken and the heart reaches the throat, can be called the Hour of the Lesser Jihad, while the hours of safety and comfort in secure homes, in the midst of one's family and friends, can be called hours of the Greater Jihad! In the like of such appellations do the holders-back rejoice in their sitting behind from obeying the Messenger of Allah (salallaahu 'alayhee wa sallam) and his Companions (radiallaahu 'anhum)? Such people find contentment and comfort in this way, while in reality they only deceive their weak souls, for the true values of the deeds are entirely the opposite.[16]

Conclusion

The lesser versus greater jihad "hadith" and other similar narrations have been shown by Islamic scholars to be, not only weak, but false. They serve no purpose in Islamic law or thought, and contradict sahih hadith and the Qur'an itself. Therefore, this concept of a lesser and greater jihad has no validity within Islam. We leave you with the words of Professor David Cook:

In reading Muslim literature -- both contemporary and classical -- one can see that the evidence for the primacy of spiritual jihad is negligible. Today it is certain that no Muslim, writing in a non-Western language (such as Arabic, Persian, Urdu), would ever make claims that jihad is primarily nonviolent or has been superseded by the spiritual jihad. Such claims are made solely by Western scholars, primarily those who study Sufism and/or work in interfaith dialogue, and by Muslim apologists who are trying to present Islam in the most innocuous manner possible.[17]
This page is featured in the core article, Islam and Propaganda which serves as a starting point for anyone wishing to learn more about this topic Core part.png

See Also

External Links

References

  1. Bernard Lewis, "The Crisis of Islam", chapter 2, 2001. 
  2. Fayd al-Qadir vol. 4, p. 511
  3. 3.0 3.1 3.2 Imam Abdullah Azzam, "Join the Caravan (p. 4)", Religioscope (originally from al-haqq.org), December 2001, http://www.religioscope.com/info/doc/jihad/azzam_caravan_1_foreword.htm. 
  4. Abu Khubayb and Abu Zubayr, "The Slandered Jihad (Refutation of Jihad Asghar)"
  5. Muzammil Siddiqi, "May People Act According to a Weak Hadith?", Islam Online, Fatwa Bank, September 27, 2003 (archived from the original), http://www.webcitation.org/query?url=https%3A%2F%2Fweb.archive.org%2Fweb%2F20061216005731%2Fhttp%3A%2F%2Fwww.islamonline.net%2Fservlet%2FSatellite%3Fpagename%3DIslamOnline-English-Ask_Scholar%2FFatwaE%2FFatwaE%26cid%3D1119503547442&date=2014-03-15. 
  6. Ibrahim B. Syed, "52 Weak Ahadith", Islamic Research Foundation International, accessed November 20, 2011 (archived), http://www.irfi.org/articles/articles_251_300/52_weak_ahadith.htm. 
  7. Imam Abdullah Azzam, "Join the Caravan: Conclusion", Religioscope (originally from al-haqq.org), December 2001 (archived), http://www.religioscope.com/info/doc/jihad/azzam_caravan_6_conclusion.htm. 
  8. Ibn Taymiyyah, "Al Furqan", pp. 44-45
  9. Shaykh Hisham Kabbani, "Jihad Al Akbar", As-Sunnah Foundation of America, (from: "Islamic Beliefs and Doctrine According to Ahl al-Sunna: A Repudiation of "Salafi" Innovations"), accessed November 20, 2011 (archived), http://www.sunnah.org/tasawwuf/jihad004.html. 
  10. 10.0 10.1 Dr. Suhaib Hassan, "The Science of Hadith", TheReligionIslam, accessed November 20, 2011 (archived), http://www.thereligionislam.com/islamicideology/scienceofhadith.htm. 
  11. "Be Aware - Da'eef (weak), mawdoo’ (fabricated) hadeeth", World of Islam Portal, May 10, 2008 (archived), http://islam.worldofislam.info/index.php?option=com_content&view=article&id=729:qwe-have-returned-from-the-lesser-jihad-to-the-greater-jihad-jihad-un-nafs-jihad-ul-akbarq&catid=129&Itemid=63. 
  12. 12.0 12.1 12.2 12.3 12.4 Imam Abdullah Azzam, "Join the Caravan (p. 27)", Religioscope (originally from al-haqq.org), December 2001, http://www.religioscope.com/info/doc/jihad/azzam_caravan_1_foreword.htm. 
  13. Shaikh Abdullah Faisal, "100 Fabricated Hadiths", Darul Islam Publishers, 2000 (archived), http://www.missionislam.com/knowledge/books/100FabricatedHadith.pdf. 
  14. Shaykh al Uyayree - Constants in the Path of Jihad - Lecture series delivered by Imam Anwar al Awlaki, transcribed and edited by Mujahid Fe Sabeelillah
  15. Shaykh Abdul-Azeez Bin Baaz, Fatawa Islamiyah, Vol 8, p.24
  16. Dr. Muhammad Amin, Path of Islamic Propagation
  17. David Cook, "Understanding Jihad", University of California Press, pp. 165-6, ISBN 978-0-520-93187-9, 2005 (archived), http://www.jstor.org/stable/10.1525/j.ctt1ppjtw.